• sviluppo-fotovoltaico-italia

Lo Sviluppo del Fotovoltaico

L’energia elettrica da fonte fotovoltaica sta dimostrando tutta la sua competitività superando le fonti tradizionali, infatti il totale installato nel mondo supera quelle fossili tradizionali ed il nucleare.

In Europa la quota di energia elettrica coperta dal fotovoltaico è il 5% ma con prospettive di crescita a due cifre nei prossimi anni. Sono molti i paesi che guardano al fotovoltaico come fonte di energia elettrica sul quale basare gli investimenti sociali.

La crescita del fotovoltaico sarà guidata da diversi fattori, tra i quali gli impianti in autoconsumo, essendo un valido sistema per ridurre il costo dell’energia elettrica.

L’Italia presenta una situazione particolare, rispetto agli altri paesi dell’Unione Europea, infatti il 50% del totale degli impianti installati nel 2018 hanno una potenza fino a 20 kW, per un totale di 437.000 kW con un incremento rispetto al 2017 è del 7%.

Come numero abbiamo quasi 43.000 impianti fotovoltaici con una potenza inferiore a 10kW e poco più di 4.900 impianti fotovoltaici con una potenza maggiore o uguale a 10kW.

Anche le altre energie alternative presentano degli incrementi di tutto rispetto, addirittura di gran lunga maggiori, l’idroelettrico è cresciuto del 47% nel 2018 rispetto all’anno precedente ed anche l’eolico è cresciuto del 42%, sempre rispetto all’anno 2017.

Però queste due tecnologie sono destinate al consumo in grande scala, sono rari e di difficile installazione dei piccoli generatori idroelettrici od eolici, sia per i costi che per la logistica, che per la continuità della produzione.

Una tecnologia nuova è utile e ha un futuro quando diventa accessibile potenzialmente a tutti, in linea filosofica. Tutti abbiamo un tetto sotto il quale viviamo e lavoriamo, tutti possiamo, potenzialmente, avere un impianto fotovoltaico.

Tre sono gli elementi che, a beneficio di tutti e (non dimentichiamolo mai), prima di tutto dell’ambiente, incentiveranno sempre di più l’utilizzo e quindi l’installazione di un impianto fotovoltaico:

  1. la necessità di avere sempre maggiore energia elettrica non per incremento dei consumi ma per conversione dall’abbandono delle altre fonti di energia fossile.
  2. la mobilità, che per gli stessi motivi si sta orientando definitivamente sull’elettrico, tra l’altro le prestazioni di un veicolo elettrico sono molto superiori a quelle di un veicolo a combustione di pari livello.
  3. la possibilità di gestire i carichi di energia elettrica prodotta in autoconsumo e non utilizzata, quindi immessa nella rete, a vantaggio di chi non produce abbastanza, eliminando quindi il concetto di distributore da monte a valle ma sviluppando quello di rete, più economico ed efficiente.